INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER

#INNOVAZIONE #INTEROPERABILITA

ALFONSINE 10.04.2020 FESTEGGIAMO ONLINE CON IN MANO “ODIO GLI INDIFFERENTI”

Quest’anno per la prima volta non ci ritroveremo causa forza maggiore in piazza Gramsci ad assistere dal vivo al lancio dei palloncini. In questo momento l’emergenza Covid 19 sta costringendo tutti noi a modificare abitudini e i festeggiamenti di eventi come la liberazione di un paese occupato da stranieri, non per questo i valori fondamentali non devono essere dimenticati, anzi, mai come adesso abbiamo bisogno di tornare nel nostro passato per trarne forza per ricostruire un presente e futuro sulla base di altre regole.

Le Celebrazioni del 10 aprile saranno per la prima volta online nel 2020 come ci impone la situazione, ma con la stessa attenzione e lo stesso impegno. Il 10 aprile 2020 ha il colore dell’impegno, della responsabilità, della speranza e della fiducia per tutti quelli che sono nati sino alla fine degli anni ’70 nell’ospedale di Alfonsine: quelli nati dopo non potranno più fregiarsi di essere nati nel nostro paese perché non c’è più un ospedale. Per quanto sia incerto i lnostro presente dobbiamo ogni giorno costruirci un nuovo presente ricordando il detto di mio nonno Sante: resistere, resistere, resistere, si fa sempre in tempo a desistere. Il lancio virtuale dei palloncini è il momento simbolico delle celebrazioni stabilite dagli attuali governanti venerdì 10 alle ore 11.00 in diretta Facebook alla pagina @comunedialfonsine  il sindaco Riccardo Graziani terrà il discorso alla cittadinanza.

Oggi è una celebrazione alienata non potremo tornare  nella piazza dedicata al grande statista di un tempo che non tornerà più ma l’appuntamento sarà un social network quello strumento che sta pilotando i nostri gusti e condiziona la vita di molti utenti. Non abbiamo saputo cogliere l’opportunità di decentralizzare il potere offerta dalla digital transformation e oggi utilizziamo i mezzi che 4-5 oligarchi padroni del mondo  ci hanno messo a disposizione per aver accesso a molti dei nostri dati per poi utilizzarli per ri-venderci i loro prodotti.

L’anniversario della liberazione di uno dei paesi d’Italia come Alfonsine arriva 15 giorni prima della festa nazioanle della Liberazione di uno stato che ha conosciuto la guerra e il dominio straniero per me rappresenta l’ anniversario della Resistenza – una festa nazionale della Repubblica Italiana che ricorre il 25 aprile di ogni anno.

Il 10 aprile per noi alfonsinesi come per gli italiani il 25 aprile è un giorno che tutti, soprattutto nella condizione di distanziamento sociale che stiamo vivendo – fondamentale per la storia del nostro paese e assume un particolare significato politico e sociale, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze armate alleate, dall’Esercito Cobelligerante Italiano ed anche dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall’8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.

Per non dimenticare cosa è accaduto 75 anni fa nel nostro paese e per non dimenticare come oggi stiamo “festeggiando” online rinchiusi nelle proprie case come i miei nonni mi raccontavano – per un altro genere di paura – vorrei qui ricordare che oggi più che mai dobbiamo tornare a leggere e ripassare ciò che grandi pensatori di un passato non molto lontano ci hanno lasciato perché non si avverassero le condizioni di paura e odio che potremmo vivere appena torneremo fuori dalle nostre case con le mascherine davanti alla bocca.

“Odio gli indifferenti di Antonio Gramsci:

“occorre intelligenza se si vuole provare a cambiare. L’intelligenza per cogliere i molti malesseri della società italiana, quelli che ancora oggi sono irrisolti: la nullità della classe politica, il trasformismo, l’assenza del senso dell’istituzione parlamentare nelal coscienza pubblica, il conflitto politica-magistratura, la scuola, gli scandali, la dimensione astratta della libertà nella vita politica, il perbenismo. Intelligenza, tuttavia, non significa solo “essere puntuti” ma anche scavare nelle parole arroganti dell’avversario e costringerlo, appunto, con l’intelligenza, sulla difensiva.”

La tecnologia consapevole e il protocollo blockchain ci salverà

“Crisi è quel momento in cui il vecchio muore ed il nuovo stenta a nascere ”

(Antonio Gramsci)

#LIBERAZIONEALIENATA #PARTIGIANIDIGITALI #ALFONSINE #10042020 #ODIOGLIINDIFFERENTI

Fabrizio Fantini

Innovatore olonico per la creazione di imprese intelligenti abilitante un ecosistema biolonico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *