" /> Sino ad oggi c'era il SAFER INTERNET DAY da domani vogliamo istituire il BLOCKCHAIN FREE DAY: il 30 ottobre di ogni anno. - INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER
  • Sab. Set 19th, 2020

INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER

#INNOVAZIONE #COCREAZIONE #OLARCHIE

Sino ad oggi c’era il SAFER INTERNET DAY da domani vogliamo istituire il BLOCKCHAIN FREE DAY: il 30 ottobre di ogni anno.

Sino ad oggi c’era il SAFER INTERNET DAY da domani vogliamo istituire

il BLOCKCHAIN FREE DAY: il 30 ottobre di ogni anno.

Il Safer Internet Day (Giornata per una rete più sicura in italiano) è una giornata internazionale di sensibilizzazione per i rischi che comporta utilizzare internet istituita nel 2004 dall’Unione europea.

Ricorre il secondo giorno della seconda settimana del mese di febbraio di ogni anno. A livello comunitario, l’iniziativa è coordinata dalla rete Insafe. Nei singoli Paesi membri dell’UE, le iniziative volte a promuovere un uso consapevole della rete fanno capo ai rispettivi Safer Internet Center nazionali. In Italia, tale funzione è svolta dal progetto Generazioni Connesse coordinato dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca che dal 2012 unisce in un Consorzio l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, l’agenzia stampa DIRE, la Cooperativa E.D.I., l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli Studi di Firenze, il Movimento Difesa del Cittadino. Gli attori coinvolti sono quindi: famiglie e imprese, istituzioni dello Stato e Organizzazione non governative.

Tra le iniziative del Safer Internet Day rientrano convegni, concorsi a premi e campagne di sensibilizzazione incentrati su temi legati al cyberbullismo, alla pedopornografia e pedofilia on-line, al sexting, alla perdita di privacy ma anche alla dipendenza da videogiochi e a uno stile di vita eccessivamente sedentario o al rischio di isolamenti, soprattutto tra gli utenti più giovani.

Per il 2020 si prevede che il termine più ricercato dai motori di ricerca sarà “BLOCKCHAIN”:il protocollo blockchain è diventato famoso grazie al successo planetario riscosso dalle criptovalute. Questo libro mastro digitale distribuito (Distributed Digital Ledger) ha già dimostrato di avere molti vantaggi in quanto può conservare le registrazioni di tutte le transazioni di dati o denaro effettuate tra due controparti in modo sicuro, immutabile e trasparente.

Per gli addetti ai lavori come noi di ROMAGNACHAIN prevediamo che questa tecnologia sarà implementata in modo orizzontale su vari settori industriali e rivoluzionerà i processi aziendali tradizionali.

In modo orizzontale non solo economicamente parlando, ma noi riteniamo anche dal punto di vista sociale.

La blockchain modificherà il classico modello di business, consentirà infatti alle banche di ridurre l’eccessiva burocrazia, condurre transazioni più rapide a costi inferiori e migliorare la protezione della sfera personale del cliente.

Inoltre, la blockchain potrà essere utilizzata per lanciare nuove criptovalute che saranno regolate o influenzate dalla politica monetaria. In questo modo, le banche cercheranno di ridurre il vantaggio competitivo delle criptovalute indipendenti ed ottenere un maggiore controllo sulla politica monetaria.

Indubbiamente, la tecnologia blockchain in futuro influenzerà ogni aspetto delle aziende, ma questo è un processo graduale che richiede tempo e pazienza. Gartner prevede che la maggior parte delle aziende tradizionali terranno d’occhio la tecnologia blockchain, ma non pianificheranno alcuna azione, in attesa che si presentino dei casi di successo d’implementazione della tecnologia: e noi a livello teritoriale possiamo già confermare questa tendenza che alcune aziende romagnole hanno adottato.

Il motivo di questo fenomeno è rappresentato dal fatto che le imprese tradizionali necessitano di più trasformazione per l’implementazione della blockchain rispetto alle imprese neo-costituite. La prospettiva è quella che solo il 10% delle aziende tradizionali raggiungerà una trasformazione radicale con le tecnologie blockchain entro il 2023.

Secondo noi nel 2020 possiamo aspettarci che i governi accetteranno finalmente i benefici della blockchain e cominceranno ad utilizzarla per migliorare servizi finanziari e servizi pubblici. Anche se alcune startup blockchain non avranno successo, la gente maturerà esperienza e conoscenza su come utilizzare questa tecnologia. La blockchain stimolerà le persone ad acquisire nuove competenze, mentre il business tradizionale dovrà riconsiderare completamente i propri processi.

Ritengo che nel complesso, il 2020 ci riserverà diversi casi di successo d’implementazione della tecnologia blockchain.

E noi abbiamo deciso di essere agenti di questo cambiamento perchè vogliamo condividere un’idea nuova di modello di business basato sui valori umani dove al centro c’è la persona e attorno a lei si crea il network, i cosiddetti “nodi” che permettono la creazione della nuova rete valoriale.

I valori fondamentali della vita umana formano il mondo interiore di ciascuno di noi ed indicano il corretto impiego delle risorse mentali, intellettive e spirituali in ognuno contenute. Questi princìpi che alcuni definiscono valori ETICI sono propri di ogni essere umano in quanto tale. L’essere umano, dentro di sé, possiede tutti gli strumenti necessari per comprendere ciò che è bene e distinguerlo da ciò che è male. Noi siamo agenti di un nuovo “rinascimento economico”, dove tutti gli imprenditori possono entrare passando attraverso una metamorfosi che parte dal proprio essere per scorgervi i valori veri, il perché del lavoro agito esige impegno, sincero spirito di ricerca, coraggio e volontà. E’ un tesoro nascosto proprio dove siamo meno disposti a cercare. Dentro noi. Per trovare e scoprire il valore rivoluzionario della blockchain occorre applicarsi con pensiero puro, elevato. Occorre una visione chiara delle cose e ricerca per la verità così da alimentare i sottili canali della conoscenza.

Occorre AGIRE.

Per CONOSCERE.

La conoscenza è innanzitutto esperienza consapevole.

Per questo motivo vogliamo condividere con tutti gli agetni del cambiamento quesa nostra idea di istituire il BLOCKCHAIN FREE DAY dal 30 ottobre 2020, giorno dopo il safer internet day, come giornata mondiale per una blockchain libera.

La blockchain è come internet: sarà rivoluzionaria solo se libera (e basata sui bitcoin). Ma purtroppo ancora oggi non tutti la pensano come noi. Il paragone con internet racconta le potenzialità di questa tecnologia. Scrive Kalla: “Se c’è una cosa che il web ci ha insegnato è che le tecnologie innovative sono spesso costruite da protocolli aperti, grazie ai quali tutti possono contribuire senza badare a grandezza e influenza”. I modelli positivi come Google, diventato gigante non per aver tentato di controllare il web ma per avergli dato un ordine. I modelli come Aol, uno degli attori che, verso la metà degli anni novanta, provò la strada di una rete “privata” fallì.

Secondo Kalla, succederà la stessa cosa a quelle banche e a quei consorzi che si sono avvicinate alla blockchain per farne una tecnologia privata. Le potenzialità della blockchain sono ancora da esplorare. Ma sono chiare: consentirebbero, tra le altre cose, di inviare informazioni in modo rapido, sicuro e poco costoso.

Quello che Kalla vorrebbe è “concentrare gli sforzi per superare i limiti”.

All’interno della community c’è un ampio dibattito che dura da anni. E gli inviti ad estendere il limite dei blocchi non mancano. Ma Kalla guarda oltre la community per rivolgersi ai grandi gruppi privati. E non per un piacere personale, ma perché solo così le aziende potranno sfruttare appieno le potenzialità della blockchain. Questo non significa cassare le iniziative private. Ma ridimensionare la loro portata. Potrebbero essere delle utili intranet, ma non saranno mai il web.

Dietro questo dibattito no c’è solo un’idea differente di blockchain ma anche una differente visione del mondo politica ed economia. In fondo gli elementi alla base della discussione – la velocità delle transazioni, la scalabilità, la profittabilità della blockchain sono oggi una realtà. Lo scontro si crea a valle. Perché la selezione all’ingresso e il controllo centralizzato, individuati da Buterin come plus, per altri equivarrebbero alla morte della blockchain.

Così gli stessi elementi di base portano a conclusioni molto diverse. Per Kalla, con l’aiuto delle banche “la blockchain pubblica diverrebbe più robusta e scalabile per un uso globale. Non accadrò tutto nel 2020 ma la storia suggerisce che le tecnologie aperte vincono sempre contro un approccio che guarda solo al proprio giardino.

Buterin sostiene invece che “in alcuni casi pubblico è meglio; in altri alcuni gradi di privatizzazione sono necessari. Il dibattito nella community è sempre quello da anni: PRIVATA o PUBBLICA o un ibrido che rinuncia ad alcuni principi in nome della funzionalità?

Noi di ROMAGNACHAIN sosteniamo la tesi che senza in-formazione condivisa non arriveremo mai ad una vera risposta per tutti. L’idea di istituire la BLOCKCHAIN FREE DAY come una giornata internazionale di sensibilizzazione per una rete dei blocchi libera! Ogni anno il 30 ottobre si organizzano in ogni stato coinvolto nella blockchain eventi e iniziative volte a promuovere un uso libero e pubblico del protocollo blockchain e fanno capo alle singole community locali che condividono l’idea di una blockchain libera e pubblica e che ogni giorno si adoperano e agiscono per diffondere il consenso condiviso di un registro pubblico distribuito.

In questa giornata innovatori, gli informatici, startupper, blockchain evangelist, in particolare i movimenti di professionisti tecnologici come i Legal Hackers – movimento globale di avvocati, politici, progettisti, tecnologi e accademici che esplorano e sviluppano soluzioni creative per alcune delle questioni più urgenti nell’intersezione tra diritto e tecnologia – si mostrano ed escono allo scoperto per condividere le scelte e gli sviluppi di una tecnologia in continua espansione e perenne implementazione. Attraverso incontri locali, hackathon e workshop sono analizzati pubblicamente problemi e opportunità in cui la blockchain può migliorare e informare la pratica della legge economica e sociale e dove la pratica legale e la politica possono adattarsi alla tecnologia in rapido cambiamento.

Siamo esploratori del futuro tecnologico.

Siamo degli agenti del cambiamento.

Siamo tutti blockchainer pubblici per un giorno.

Sosteniamo il BLOCKCHAIN FREE DAY !

Invia la tua adesione a blockchainfreeday@gmail.com

INNOVABILITA

Innovatore olonico per un ecosistema olonico di imprese intelligenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *