INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER

#INNOVAZIONE #INTEROPERABILITA

INNOVABILITA [parte III°]

  • Home
  • INNOVABILITA [parte III°]

L’IMBUTO DELL’INNOVAZIONE ATTIVA

La rappresentazione grafica dell’innovazione aperta è un imbuto bucato dove le pareti rappresentano i confini dell’azienda permeabili permettendo un passaggio opportunamente regolato di conoscenze e tecnologie in entrambi i sensi. I progetti interni possono essere realizzati interamente dall’azienda e raggiungere il mercato di riferimento così come succede nel modello classico di “innovazione chiusa” [quella interna dei reparti di ricerca e sviluppo]. Parallelamente emerge la possibilità di accedere a progetti tecnologici provenienti dall’esterno che possono rientrare nella filiera di sviluppo dell’azienda: si parla quindi di “Outside-In Open Innovation”. Quest’ultimo modello permette di valorizzare quegli sviluppi di ricerca effettuati all’interno del perimetro aziendale che venivano abbandonati perché non più in linea con le strategie aziendali. L’azienda può dare in licenza ad enti esterni la commercializzazione di queste tecnologie che realizzeranno prodotti su mercati non afferenti l’azienda; in questo caso si parla di Inside-Out Open Innovation.

Con l’adozione del nuovo modello, la grande Impresa ha un abbattimento del rischio di investimento (si integrano le tecnologie già con un grado di maturità che fa prevedere un’industrializzazione veloce e quindi un ritorno quasi certo) e dei costi, non dovendo sostenere gestione di persone e di laboratori di ricerca. Le aziende che realizzano esternamente le innovazioni tecnologiche, afferrano, così, l’opportunità di sfruttare i propri investimenti su prodotti ed mercati ai quali non hanno accesso diretto perché appannaggio di un’altra impresa.

Il nuovo paradigma ha indotto le aziende, ed in particolare le Grandi Imprese tecnologiche, a guardare all’esterno del loro perimetro aziendale andando alla ricerca di elementi in grado di fornire sviluppi di ricerca già maturi per una diretta industrializzazione, quali Università ed Enti di Ricerca. Viene favorita la nascita di nuove entità di carattere tecnologico di avanguardia e spesso di emanazione di questi enti: le startup tecnologiche come INNOVABILITA.

Una rete di motori di innovazione per l’economia digitale

Innovare significa creare nuovi mercati e rimanere pertinenti in un’ottica open. Si tratta di trasformare le idee in soluzioni e processi intelligenti pronte per l’uso , supportare la creazione di nuovi prodotti e servizi e, di conseguenza, avere un impatto significativo sul mercato o sulla società .
La rete FIWARE iHubs svolge un ruolo fondamentale nella comunità globale di FIWARE, aiutando le aziende digitali locali ad essere più competitive nell’attuale economia digitale

I servizi degli iHub, le aziende private, le pubbliche amministrazioni, le università e gli istituti di ricerca beneficiano della cooperazione multi-partner regionale verso l’innovazione, nonché la creazione di forti connessioni, che possono aiutare a portare risultati al di fuori dei confini della propria regione.

BISPTOK E FIWARE

UN MODELLO STANDARDIZZATO

PER UNO SVILUPPO DI SOLUZIONI SMART FARMING

La multipiattaforma BISPTOK.IO [Blockchain Integration System Platform Token] nasce interoperabile e integrata con le piattaforme blockchain lanciato sul mercato per garantire la tracciabilità affidabile e immutabile dei dati relativi ai processi di lavorazione lungo le smart supply chain e tutti i passaggi che avverranno in futuro nello smart farming system e nella catena del valore alimentare.

Abbiamo scelto come partner strategico la rete FIWARE iHubs svolge un ruolo fondamentale nella comunità di sviluppatori, supportando le aziende digitali locali a svolgere un ruolo più competitivo a livello internazionale nell’attuale scenario economico digitale della Society 5.0.

FIWARE offre inoltre supporto alla potenziale pubblicazione dei dati dell’azienda agricola per la trasparenza e la monetizzazione dei dati dell’azienda agricola offerti a terzi, consentendo nuove modalità di pagamento digitali relative alle transazioni commerciali tra gli attori della filiera di prodotto.

FIWARE propone sul percato internazionale un’architettura di riferimento per soluzioni smart farming system abilitate da IoT e tecnologia DLT, realtà aumentata e Intelligenza artificiale.

L’architettura di riferimento dei sistemi di gestione Smart Farm (Smart Agrifood) “Powered by FIWARE” si basa su una visione di “sistema di sistemi”. L’esistenza di un livello di gestione delle informazioni contestuali rompe il silos di informazioni associate alle diverse soluzioni intelligenti verticali, ai sistemi di informazione e ai dispositivi connessi, consentendo una gestione complessiva dei processi agricoli.

Un modello esistente riproducibile scalabile e sostenibile grazie ad un ecosistema olonico. Accedere ad una rete di motori di innovazione per l’economia digitale rappresenta per noi una innovazione di processo, perché nella costruzione dell’architettura informatizzata nasce e si sviluppa come soluzione tecnologica aperta – open crowdsourcing.

Applicare l’innovazione aperta di processi collegati a FIWARE iHubs significa creare nuovi metodi per accedere a mercati digitalizzati, decentralizzati del web 3.0 e permette di rimanere costantemente aggiornati a livello internazionale. Si tratta di trasformare i processi digitali che sorreggono le idee innovative e le abilitano in soluzioni intelligenti pronte per l’uso, supportando la creazione di nuovi prodotti e servizi e quindi contribuire ad un impatto significativo sul mercato o sulla società civile.

Accedendo ai servizi degli iHub, le aziende private, le pubbliche amministrazioni, le università e gli istituti di ricerca beneficiano della cooperazione multi-partner regionale di un ecosistema olonico verso l’innovazione, nonché la creazione di forti inter-connessioni possono aiutare a portare risultati al di fuori dei confini della propria regione.

OTTIMO! ARRIVATO SINO A QUI STAI ENTRANDO NELL’HUB OLONICO

CONTINUA, TI FA BENE