" /> L'ALGORITMO DELLA FIDUCIA CON MADE.IT - INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER
  • Mer. Set 23rd, 2020

INTEROPERABILITY BLOCKCHAIN CENTER

#INNOVAZIONE #COCREAZIONE #OLARCHIE

L’ALGORITMO DELLA FIDUCIA CON MADE.IT

Con il protocollo blockchain il registro del consenso diventa pubblico, in modo da poter permettere di compiere transazioni in tutta sicurezza, con più soggetti, ma senza la necessità di intermediari, quindi il protocollo blockchain sopperisce con la matematica e la tecnologia alla mancanza di fiducia reciproca.

Esiste solo un registro sul quale c’è scritto a chi appartiene e chi lo tiene in custodia. La gestione di quel registro è il punto chiave. Per mezzo della trascrizione di proprietà sul registro si conferiscono i titoli ai soggetti e tutto ciò consente ai mercati complessi di funzionare. Queste primitive necessità, la moneta e la trascrizione, hanno percorso tutta la nostra storia economica congiungendosi per mezzo delle banche.

Finora il sistema bancario ha mantenuto il potere per le monete fiat, da qui in avanti esiste anche un altro registro, la blockchain. Si tratta di un registro permanente del consenso che abbiamo raggiunto sullo status di un asset. È un marcatore temporale, quindi è solo una conseguenza del precedente, e ben più importante, consenso. Qui c’è scritta la relazione tra il proprietario e l’asset (se lo possiede o controlla, se ha l’accesso ecc.)

Nel suo libro Massimo Chiriatti, #HUMANLESS – l’algoritmo egoista – ribadisce che l’uomo ha la possibilità di truccare il sistema perché i suoi incentivi sono allineati ai suoi interessi, non al sistema. Può farlo perché non è difficile, può inventare qualsiasi stratagemma, fino a quando gli altri soggetti o enti regolatori non lo scoprono. Solo se lo scoprono, inizia un percorso di erosione della fiducia e eventuale sanzione e esclusione. A quel punto scatta un meccanismo perverso di reazione uguale e contraria, così si rende il sistema sempre più complicato e insicuro. Da qui le dispute nei tribunali e le ricompense per chi è raggiunto da un “avviso di garanzia” e dopo alcuni anni di dispute il reato……”cade in prescrizione”.

Con il protocollo blockchain il registro del consenso si rende pubblico, fuori dal perimetro aziendale, per fare transazioni in sicurezza con più soggetti senza intermediari. Dato che all’interno dell’azienda il meccanismo di coordinamento è la gerarchia, non è possibile “esportare la gerarchia” in una rete tra partner quando si utilizza il protocollo blockchain.

Per questo c’è bisogno di un consenso che richiede un lavoro – lungo e costoso – ma facilmente verificabile per accettarsi che nessuno tenti di modificarlo a suo vantaggio. Non è uno spreco di risorse di tempo ed energia, perché anche le chiavi per le serrature e le inferriate per il mondo fisico, e il firewall e gli antivirus per il mondo digitale, sarebbero uno spreco.

Per questo l’umanità ha speso sempre enormi risorse economiche, e che concorrono a far crescere il PIL, solo per proteggersi da se stessa. Tutte queste ingenti risorse sono dovute solo alla mancanza di fiducia reciproca. E con l’uso del protocollo blockchain saremo obbligati a comportarci in modo onesto: sarà attivato un vero e proprio algoritmo della fiducia.Uno dei primi esperimenti per testare questo processo rivoluzionario a livello nazionale è Il progetto Made.IT è una delle azioni di “Italia 2025”, la strategia per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione in Italia. Made.IT è un marchio per contraddistinguere le aziende tech e digitali italiane, che include un programma di sostegno e promozione per le startup e le piccole e medie imprese come ROMAGNACHAIN.

L’obiettivo del progetto è rendere più semplice l’innovazione in Italia, aiutando le aziende che si occupano di innovazione e tecnologia a trovare terreno fertile per trasformare le proprie idee in imprese di successo. Questo vuol dire selezionare idee valide, in ambiti strategici come intelligenza artificialecyber securityroboticamobilità autonoma, e sostenerle con un programma di crescita e promozione.

Il progetto Made.IT è un’iniziativa del Ministro per l’innovazione e la trasformazione digitale, in collaborazione con il Ministero per lo sviluppo economico, il Ministero degli affari esteri e l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il Ministro per l’innovazione, nel dettaglio, si occupa di coordinare e promuovere il progetto Made.IT:

  • coordinando la selezione delle idee e delle imprese innovative che potranno aderire al programma;
  • creando un logo e un sito dedicato al programma, e una serie di eventi e iniziative di marketing per la promozione del marchio Made.IT e delle aziende aderenti;
  • mettendo a disposizione un team di esperti a supporto delle startup che aderiscono, per garantire le competenze tecniche necessarie per lo sviluppo delle idee di impresa;
  • facilitando l’accesso ai fondi per l’innovazione nazionali e europei;
  • creando un ambiente favorevole all’innovazione (es. diritto a innovare; innovazione bene comune);
  • coordinandosi con altri soggetti istituzionali per l’attuazione di alcune attività speciali legate al progetto (es. “ambasciatori del Made.IT presso gli altri ministeri, o la procedura di Visa semplificata per esigenze di innovazione, in accordo con il Ministero per lo sviluppo economico”).

 Vantaggi per le imprese italiane

Made.IT è rivolto alle startup e alle piccole e medie imprese che si occupano di tecnologia e innovazione, valutate sulla base di criteri oggettivi di performance e di potenziale di crescita. A questi soggetti innovatori, il progetto mette a disposizione:

  • un programma di accompagnamento, per rendere più facile il passaggio da un’idea innovativa a un progetto di impresa nel settore tech, attraverso l’accesso ai fondi per l’innovazione e allo know how;
  • un programma di comunicazione e distribuzione, basato sul brand Made.IT, che garantisca a queste iniziative un valore aggiunto e un affaccio sul mercato nazionale e internazionale.

L’accesso al programma è subordinato ad alcune condizioni:

  • la proprietà intellettuale delle idee supportate deve essere in Italia;
  • la società proponente deve avere sede in Italia, e non può essere ceduta ad aziende esterne alla comunità europea;
  • la tecnologia deve essere sviluppata con un approccio etico, e deve avere un impatto sociale e ambientale positivo.

ROMAGNACHAIN sviluppa con un approccio etico e cooperativo idee che hanno un impatto sociale positivo: #IMPACTBLOCKCHAIN è una di queste.

#MID2025 #IMPACTBLOCKAHIN #MADEIT #ROMAGNACHAIN #BLOCKCHAIN

INNOVABILITA

Innovatore olonico per un ecosistema olonico di imprese intelligenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *